Visite: 267

Il Secondo Istituto Comprensivo " Montessori-Bilotta" di Francavilla Fontana (Br) è nato il 1/09/2012 a seguito del Piano regionale di dimensionamento della rete delle istituzioni scolastiche e di programmazione dell’offerta formativa per l’anno scolastico 2012/2013 (DELIBERA di GIUNTA REGIONALE N.125 DEL 25 GENNAIO 2012) dalla fusione del Circolo didattico "M. Montessori" con l'Istituto secondario di primo grado "V. Bilotta".

Un pò di storia...
Il Secondo Edificio Scolastico di Francavilla Fontana prese l'avvio il 2 maggio del 1936 con la delibera di acquisto del suolo situato lungo il Viale Vincenzo Lilla,nella zona denominata  "Volpe"  di proprietà dei signori Di Summa. In seguito alla presentazione, presso il Provveditorato di Brindisi ,del progetto redatto dall'Ing. Salerno Francesco si firmò il relativo atto di acquisto.I lavori di costruzione ebbero inizio l'8 marzo del 1946.
Il progetto predisposto dall'ingegnere Salerno nei primi anni Trenta del sec. XX ricalca le caratteristiche dei tipici Edifici Scolastici che venivano costruiti in tutta Italia durante il periodo del ventennio fascista. La  forma di base è quella di una "M" che richiama l'iniziale del cognome di Benito Mussolini, Capo dello Stato Italiano e Dittatore dal 1924 al 1944 .
Gli spigoli superiori della "M" risultano fortemente arrotondati e ciò denota la bellezza e la particolarità dell'Edificio .La  parte centrale dell'edificio,al piano rialzato e al primo piano , presenta una sporgenza che determina due saloni di bellissimo effetto.
Nel piano seminterrato la struttura ricalca aule e corridoi presenti nei piani superiori.
L'edificio fu terminato nel 1953. Nell'anno scolastico 1956-1957 alcune classi   ubicate presso le Scuole Pie (attuale Scuola Media "Vitaliano Bilotta") furono trasferite al nuovo edificio.
I primi insegnanti furono Pietro Leo, Pietro Lobello,Pino Memmola,Lino Resta,Icillio Spina.
Il Provveditore agli Studi di Brindisi l'11 dicembre del 1957 istituì il  "2° Circolo Didattico"  di Francavilla Fontana.

 

 

Torna su